Visita classica di Piacenza

Da Piazza Cavalli parte l'itinerario alla scoperta del centro storico della città di Piacenza. E' il cuore  della città, che prende il nome dalla scultura dei due cavalli di bronzo che portano come destrieri Alessando Farnese, grande stratega e condottiero, e suo figlio Ranuccio. E' con la dinastia Farnese che inizia il periodo ducale della città, scelta nel 1545 come capitale del Ducato di Parma e Piacenza. Sulla piazza si affaccia il Palazzo Gotico o Palazzo del Comune, costruito alla fine del XIII secolo che ancora conserva le forme medievali.

Ma è Palazzo Farnese con la sua grande mole  ideata dall'architetto Jacopo Barozzi detto il “Vignola” a colpire il visitatore. Residenza dalle forme massicce ospita oggi diversi Musei tra i quali la Pinacoteca con lo splendido tondo del Botticelli e il Museo archeologico che espone il famosissimo “fegato etrusco”, reperto curiosissimo.

Per maggiori informazioni contattaci:
E-mail: info@itineraemilia.it
Tel. +39 327 7469902

Palazzo Farnese

La visita prosegue con la Cattedrale di fondazione medievale, esempio mirabile di romanico padano, contemporanea a molte altre cattedrali emiliane, e prosegue poi per la chiesa di San Savino che conserva al suo interno uno straordinario pavimento musivo medievale, con raffigurazioni dei mesi e dei segni zodiacali.

Qualcosa in più

Basilica di Sant'Antonino: la chiesa è dedicata al patrono della città dalla sua fondazione nel IV secolo. Fu qui che venne firmata la Pace di Costanza nel 1183 tra la Lega Lombarda e l'imperatore Federico Barbarossa e allo stesso periodo risale lo straordinario ciclo di affreschi ritrovati nel sottotetto della navata centrale. Il campanile presente la particolare forma ottagonale.

Galleria Ricci-Oddi: nata per volere del collezionista piacentino Giuseppe Ricci Oddi,  oggi presenta una collezione di oltre 400 opere dall'epoca romantica alla contemporanera suddivise secondo un criteriodi provenienza geografica, come voluto dal fondatore. Vi si conservano opere di Hayez, Renoir, Klimt, Bocchi, Boldini, Lega, Fattori, Morandi, Medardo Rosso e tantissimi altri.

Chiesa di Santa Maria in Campagna: l'attuale chiesa risale al Cinquecento e presenta la pianta centrale tipica dei templi mariani.L'interno è decorato da affreschi del Pordenone e da altri artisti emiliani e non solo che testimoniano l'importanza della chiesa nel cuore dei piacentini.

Affreschi in Santa Maria in Campagna

Per maggiori informazioni contattaci:
E-mail: info@itineraemilia.it
Tel. +39 327 7469902

Prenota subito online questo itinerario.

Iscriviti alla Newsletter

Chiedi un preventivo