Due giorni tra due province

Itinera Emilia vi invita a visitare i territori di Parma e Reggio Emilia in due giornate. Non solo le città, ma anche una giornata fuori porta per scoprire le province con luoghi famosi nel nostro immaginario, castelli e antiche tradizioni gastronomiche.

Per maggiori informazioni contattaci:
E-mail: info@itineraemilia.it
Tel. +39 327 7469902

Giorno I

Mattina a Reggio Emilia

Piazza dei Teatri: la vocazione teatrale della città è testimoniata dalla presenza di due teatri collocati a breve distanza l'uno dall'altro. Il Teatro Ariosto, di origine settecentesca, dedicato al grande poeta di origini reggiane, e il Teatro Municipale “Valli”, opera neoclassica tra le più belle in Italia.

Piazza Grande (Prampolini): delimitata su tre lati da edifici di origine medievale, a est la Cattedrale dalla facciata incompiuta con il Battistero e il Palazzo vescovile, a nord il Palazzo del  Monte, sede originaria del Comune e, sul lato opposto, il Palazzo Comunale ove è visitabile la Sala del Tricolore, luogo in cui nacque la bandiera italiana nel 1797.

Piazza San Prospero: attraversando il Broletto, strada coperta medievale, si sfocia nella piazza dove  si trova la Basilica fondata nel X secolo e dedicata al santo protettore della città, affiancata da una torre ottagonale del Cinquecento, mai terminata. All'interno della chiesa è visibile uno spendido ciclo di affreschi realizzati da Camillo Procaccini negli ultimi decenni del Seicento e un coro ligneo a due ordini di stalli intagliati con una sezione originale di Cristoforo e Lorenzo da Lendinara.

Santuario della Madonna della Ghiara: edificato a partire dal 1597 nel luogo in cui si era verificato un miracolo presso un antico affresco mariano, raccoglie le opere di grandi artisti del Seicento emiliano tra cui Alessandro Tiarini, Orazio Talami, Luca Ferrari, Lionello Spada e il Guercino.

Teatro Valli

Pomeriggio in provincia di Reggio Emilia

Si inzia con la visita ad una acetaia di produzione dell'Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia: questo balsamo apprezzato da re e imperatori sin dal Medio Evo, viene prodotto nelle cascine e residenze della provincia dove è possibile scoprire i segreti della maturazione dell'aceto in piccole batterie di botti conservate nelle mansarde di campagna. Oltre alla visita è possibile degustare questo inimitabile elisir che nulla ha da spartire con l'aceto industriale che conosciamo.
L'itinerario pomeridiano prosegue a Brescello  piccolo centro della Bassa Padana, divenuto il set naturale per gli eroi don Camillo e Peppone. La visita include i luoghi resi celebri dallo schermo cinematografico: la chiesa con il crocifisso parlante, le strade, le piazze, i portici, la stazione ferroviaria. Ma ciò che colpisce il visitatore è l'atmosfera che qui si respira: sembra di essere trasportarti indietro nel tempo e di vedere ancora muoversi i personaggi che tanto abbiamo amato.

Acetaia

Giorno II

Mattina

Incontro con il “Re dei formaggi”: la giornata ha inizio con un rito che dà la possibilità di scoprire i segreti della nascita del Parmigiano Reggiano. Assisterete a una tradizione ormai millenaria, gesti che si ripetono da centinaia di anni che danno vita al più famoso tra i formaggi. L'assaggio finale completa la visita.

Ci si trasferisce poi a Parma città per visitare il centro storico.  Piazza Duomo: con la Cattedrale, splendido esempio di arte romanica arricchito, nella cupola, dal capolavoro di Correggio e il Battistero, gioiello unico dell'arte medievale del grande architetto Benedetto Antelami. Si entrarà all'interno del Palazzo della Pilotta al cui interno è custodito il Teatro Farnese, esempio unico al mondo di teatro ligneo di grandi dimensioni, edificato nel 1618.

L'itinerario è racchiuso nel cuore della città e permette di passeggiare nelle strade del centro storico tra le sue piazze e le facciate di altri monumenti come il Teatro Regio, il Palazzo del Comune e il Palazzo del Governatore in piazza Garibaldi.

Piazza Duomo

Pomeriggio

Busseto e i Luoghi di Giuseppe Verdi

Vi proponiamo un itinerario che si snoda in quella parte di pianura Padana fra il Po e la Via Emilia, a Nord Ovest di Parma, chiamata la BASSA.
Toccheremo la frazione delle Roncole dove si può visitare la Casa natale di Giuseppe Verdi, e la Chiesa di San Michele Arcangelo che custodisce l’organo sul quale, Verdi bambino, suonò le prime note.
A 6 Km da Roncole si trova la città di Busseto dove si trovano il Teatro “Giuseppe Verdi” , il Museo verdiano  di Casa Barezzi, il Complesso francescano di Santa Maria degli Angeli e il Museo Nazionale Giuseppe Verdi a Villa Pallavicino.
Passando il torrente Ongina si entra in provincia di Piacenza dove si trova Villa Verdi meta di pellegrinaggi di appassionati verdiani. Si visitano alcune stanze con mobilio originale e lo splendido parco piantato dal grande Maestro.

La casa natale di Giuseppe Verdi

Per maggiori informazioni contattaci:
E-mail: info@itineraemilia.it
Tel. +39 327 7469902

Prenota subito online questo itinerario.

Iscriviti alla Newsletter

Chiedi un preventivo